Make up oncologico

Pulizia nel beauty case: operazione decluttering

Iniziamo eliminando le cose che non servono più!
Prendete tutti i vostri prodotti per il trucco metteteli su una superficie abbastanza
grande da contenerli tutti (es. il letto o il tavolo) e poi rispondete a queste domande: lo uso? è’ ancora utilizzabile? è scaduto?

Pulizia del Makeup E Scadenze: Quando È Davve Buttare Un Prodotto?

Se c’è un tema di cui si parla spesso ma che il più delle volte lascia sempre tanti dubbi è quello che riguarda i prodotti di makeup e la loro scadenza. Ebbene sì, anche i nostri trucchi e cosmetici in generale, dal momento in cui vengono creati, possono subire delle variazioni, fino a perdere le loro caratteristiche e la loro efficacia e quindi, in una solo parola, scadere. Ma come è meglio comportarsi e come dobbiamo regolarci con i singoli prodotti? Ci sono delle indicazioni precise da seguire? Quando è proprio necessario buttarli via?
Parliamone insieme!
Prima di tutto dobbiamo sapere che cosa è il il PAO?
Il PAO, letteralmente “period after opening” (periodo dopo l’apertura), è l’arco di tempo durante il quale il prodotto dovrebbe essere consumato, ed oltre il quale è considerato scaduto. Il PAO si calcola a partire dal momento in cui il prodotto viene aperto e si trova molto spesso sui cosmetici al posto della data di scadenza. È simboleggiato da un vasetto aperto con al centro il numero di mesi entro cui consumare il prodotto. Come tutte le date di scadenza, il PAO è indicativo e naturalmente il prodotto non va a male nell’esatto momento in cui scade il conto alla rovescia cominciato all’apertura del prodotto. Tuttavia a volte la scadenza può essere davvero molto distante da quella indicata sulla confezione. Andiamo ancor più nello specifico.

Rossetti scadutiLa cura dei cosmetici

Gli armadietti o le trousse sono sempre pieni di trucchi di vario genere e non di rado capita di trovare un ombretto ormai dimenticato. La tentazione di sfoggiarlo nuovamente può essere forte ma è necessario sapere che bisogna avere un occhio particolare per la loro cura e conservazione.
Questo significa che, a seconda del periodo dell’anno, vanno seguite delle semplici indicazioni per il loro mantenimento. Durante l’estate, ad esempio, i trucchi che non utilizzerai possono essere riposti in frigorifero, in questo modo eviterai che si deteriorino e potrai utilizzarli senza problemi.

MASCARA

Il mascara è uno dei prodotti con il PAO più breve, solitamente stabilito intorno ai 2-3 mesi; in realtà i mascara vanno a male nel momento in cui risultano grumosi, asciutti, o assumono un odore diverso. Per preservarne la durata è necessario non condividere assolutamente il mascara con nessuno, poiché i germi ne accorceranno la vita ed inoltre potreste procurarvi una spiacevole infezione agli occhi. Non intingete più volte l’applicatore nel tubetto per prelevare il prodotto, perché così immetterete dentro aria che farà andare a male il mascara. Il mascara dà segni di cedimento quando non ha un buon odore, presenta una strana consistenza o è eccessivamente secco ma, data la delicatezza della zona dove si usa, sarebbe proprio meglio non farlo arrivare a questo stato.

ROSSETTI E LUCIDA LABBRA  

In media rossetti e lucidalabbra sono conservati per 4 anni, dunque circa tre anni più del dovuto. Ciò andrebbe evitato specialmente per via del fatto che, questi cosmetici, sono tra quelli che trattengono più batteri!

SE IL ROSSETTO “SUDA” E HA UNA TEXTURE BIANCASTRA…VIA!

Sebbene contengano, infatti, componenti come parabeni, vitamine ed oli essenziali, studiati apposta per creare un ambiente ostile alla proliferazione dei germi, può capitare che, dopo così tanto tempo, il rossetto inizi a presentare un odore strano, ad avere una texture biancastra o, addirittura, a “sudare”, presentando delle goccioline d’acqua, anche quando non fa caldo.

Specialmente nei mesi estivi, però, mettere i rossetti in frigorifero aiuta a rallentarne il decadimento, così come evitare di tenerli a contatto con le fonti di calore. Inoltre, è anche consigliabile non mettere rossetto e lucidalabbra subito dopo aver mangiato, perché questo favorisce la proliferazione dei batteri!

MATITA OCCHI E BOCCA

La matita occhi dovrebbe avere la stessa carica batterica di prodotti destinati
agli occhi come mascara e ombretti, tuttavia la sua durata può variare andare dai tre mesi fino ad arrivare, addirittura, ai tre anni!  Questo anche perché temperandola frequentemente, si eliminano i batteri che si depositano sulla sua superficie esterna ma, se vedete che vi si è formata sopra una pellicola biancastra che non può essere temperata via, è ora di buttarla!

Per le matite labbra semplicemente si seccheranno, diventeranno dure e non scriveranno più bene come quando le avete acquistate. L’eyeliner liquido ha in genere un PAO di tre-quattro mesi, mentre il kajal può durare fino a due anni. Come per il mascara, è altamente sconsigliabile condividere l’eyeliner con qualcun altro e dovreste buttarlo se si presenta asciutto, cambia odore o colore, notate qualcosa di strano nella texture. Il kajal si può preservare temperandolo regolarmente e chiudendolo sempre col tappo.

IL FONDOTINTA

Tra i cosmetici più utilizzati sicuramente figurano fondotinta e correttore. Quello proposto nella versione liquida dura circa 12 mesi dall'apertura, ma vicino alla scadenza diventano troppo compatti e difficili da stendere.
I fondotinta o correttori con base acquosa, invece, hanno una durata inferiore rispetto a quelli con base ad olio. Verifica regolarmente odore e aspetto del cosmetico e non esitare ad eliminarli se li vedi non conformi: il rischio di allergia è alto.

CIPRIA E FARD E OMBRETTI

Alternativa efficace a fondotinta e correttori anche cipria e fard servono a dare colore e omogeneità al viso. Se hai acquistato prodotti in polvere devi sapere che si mantengono per circa due anni mentre quella compatta dopo un anno non è più utilizzabile. Se noti che il tono di colore è alterato o la cipria è diventata troppo compatta sostituiscila poiché probabilmente è entrata in contatto con l'umidità.
Per preservare la vita dei prodotti in polvere è necessario lavare spesso i pennelli per evitare che entrino in contatto coi batteri; inoltre è consigliabile non esporli all’aria ed essere più selettivi con gli ombretti, poiché vengono in contatto con gli occhi.


SPUGNETTE E PENNELLI

Una nota a parte meritano tutti gli accessori utilizzati per il make up: spugne e pennelli su tutti. Questi, infatti, andrebbero puliti periodicamente perché su di essi si depositano oltre che al cosmetico anche del sebo.
Il consiglio è di lavarli in acqua calda almeno una volta al mese aggiungendo un goccio di sapone liquido o shampoo, senza dimenticare di asciugare con cura. per la conservazione tuoi prodotti di bellezza a causa deg cosmetici.

QUALCHE CONSIGLIO IN PIU’

La regola numero uno è di prestare attenzione alle temperature, i grandi sbalzi termici infatti aggrediscono il prodotto che si deteriora ancora prima della scadenza.
Osserva il colore e l'odore dei cosmetici soprattutto quelli a base grassa o acquosa che potrebbero essere alterati nella componente chimica anche prima della scadenza favorendo così la crescita di batteri.
Infine, per aiutare la tua memoria acquista un pennarello nero indelebile e scrivi sull'etichetta del cosmetico il mese d'apertura soprattutto se il prodotto ha un quantitativo elevato.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *