Cercasi sede per DiversamenteSani

Attualmente siamo ospiti della misericordia di Portoferraio ma si sta sempre più delineando la necessità di avere una sede tutta nostra.

La richiesta che sia “gratuita o quasi” deriva dal fatto che le donazioni che arrivano alla nostra associazione vorremmo andassero interamente in aiuto dei malati di cancro.

Quindi chiediamo il vostro aiuto per cercare un posto adatto a noi!

Grazie a chiunque ci aiuterà anche con una semplice condivisione 📲

La Cura Dedicato a Diversamente Sani

La “cura”…e già senti il sapore di metallo in bocca, il brivido freddo del liquido che entra nelle tue vene e quel formicolio che ha messo la tua vita in pausa.
Ma le cure non sono solo farmaci, sono le attenzioni, i sorrisi, i progetti fatti come se il futuro non facesse più paura.
La cura non è soltanto tra le mille pozioni che entrano nel nostro corpo ma è soprattutto nelle emozioni che entrano nel nostro cuore.
È celata nei sorrisi che appaiono d’improvviso, come una mano che ti tira fuori dal baratro, nelle parole leggere che spazzano via quel senso di solitudine di chi resta paralizzato dalla paura del giorno dopo.

Grazie a Paolo Calcara i cui pensieri comprendono sempre Diversamente Sani,
Grazie a Martina per il suo “Essere” che traspare fino a bucare l’obiettivo,
Grazie a Gaia, Gaetano ed Andrea perché hanno messo in ogni singola nota la tempesta di emozioni che il cancro ci ha condannato a vivere,
Grazie perché anche voi siete la Nostra Cura 🎶💕🎥

 

Tornare a lavoro dopo il Cancro

Dopo il cancro, può presentarsi la questione della ripresa del lavoro. Riprendere un’attività professionale può essere un buon metodo per cambiare pagina e contribuire alla vostra guarigione, e la cosa migliore è prepare la ripresa con dolcezza.

Prima di prendere ogni decisione, non dimenticate di chiedervi: «Sono veramente pronta ?». Avete il diritto di prendere il tempo che vi serve per ricostruire e, perché no, reinventare la vostra vita!

Se per voi è giunta l’ora di riprendere il lavoro, non esitate a preparare la ripresa rivolgendovi al vostro medico di famiglia per valutare la situazione ed eventualmente prendere in considerazione un part-time terapeutico. In seguito, contattate la medicina del lavoro per una visita medicale precedente alla ripresa del lavoro, obbligatoria dopo 60 giorni di assenza. Al termine di questo esame, dei possibili adeguamenti delle vostre condizioni di lavoro saranno comunicate al vostro datore di lavoro.

La nostra consulente del lavoro è a vostra disposizione per informazioni riguardo ai vostri diritti e consigli sul da farsi. 

Siate indulgenti con voi stesse. Il grande giorno, malgrado l’eccitazione e l’entusiasmo per la ripresa del lavoro, è importante tenere a mente che non sarà tutto come prima. Ci vorrà del tempo prima di raggiungere gli obiettivi di prima. Dovrete accettare che ci saranno giorni più o meno difficili. Non abbiate paura di ridurre la vostra mole di lavoro per aumentarla progressivamente senza che siate sommerse.

Infine, il cancro cambia il proprio rapporto con gli altri. Se la vostra relazione con i vostri colleghi lo permette, comunicate la vostra situazione al fine di evitare le incomprensioni.

Ricordate che voi siete la vostra priorità e questa consapevolezza serve a guarire del tutto, prendetevi il tempo necessario per trovare un metodo nuovo, dimenticando in parte il vecchio perché in fondo voi per primi non siete più gli stessi!

Buon lavoro a tutti.

Tratto da Oncovia

 

 

 

 

 

 

RICRESCITA CAPELLI

La ricrescita dei capelli è una fase attesa alla fine dei trattamenti contro il cancro. Un segno di speranza e di remissione che si verifica circa 4-6 settimane dopo l’ultima chemio.

Esistono degli accorgimenti per preparare la ricrescita dei capelli. Durante e dopo la chemioterapia, anche se i vostri capelli non sono ancora ricresciuti, non esitate a curare quotidianamente il cuoio capelluto. Dei massaggi regolari con degli oli vegetali vi permetteranno di ridurre il prurito, eliminare le tossine e stimolare la circolazione del sangue. Sotto la doccia, utilizzate degli shampoo e dei balsami delicati.

Una volta iniziata, la ricrescita procederà di 1 o 2 cm al mese, ma potreste voler dare una spintarella ai vostri capelli. Per ottimizzare la ricrescita dei vostri capelli, potete provare a mantenere più calda possibile la testa utilizzando delle sciarpe o dei cappelli e dei berretti da notte per dormire. Per il bagno, prediligete l’utilizzo di shampoo e di trattamenti stimolanti o fortificanti. Prima di ogni shampoo, applicate delle maschere all’olio di ricino ai vostri capelli e al cuoio capelluto.

Nei sei mesi successivi alla ricrescita, è preferibile che evitiate tutto ciò che potrebbe stressare i vostri capelli. Se non sopportate più i capelli grigi, e la loro lunghezza lo consente, potrete optare per una colorazione vegetale naturale e biologica.

Tratto da Oncovia