Tornerà il Sole

soleDopo un giorno di pioggia è tornato il sole, così come dopo la notte arriva la luce del mattino che scalda i nostri cuori…sono fiduciosa ….tutto passerà…tornerà a splendere nelle nostre vite quel Sole che ci permette di vivere, saremo più forti e consapevoli di quanti doni abbiamo a disposizione…. resto in attesa…in silenzio prego per chi deve affrontare la perdita di una persona cara…mi dedico alla mia famiglia restando dietro a quella porta che ci separa… andrà tutto bene e torneremo ad abbracciarci.

Barbara

Respirare

RespirareDi questo drammatico evento.
Per noi umani.

Intanto il resto del mondo respira meglio.

L'aria è più pulita.

I pesci ripopolano il mare.
Gli animali passeggiano e si spingono laddove noi non possiamo più andare.

Mi auguro che finisca presto. Che tutti si ritorni a respirare a pieni polmoni.

Ovunque.

E che ci si ricordi quanto sia importante che tutto il mondo abbia il diritto di continuare a respirare.

Arrivederci a presto

Dalla soffitta della memoria

La soffitta della memoriaIn questi giorni di reclusione forzata, le mie telefonate sono preziose per la mamma novantenne che le aspetta con gioia, però…
Si ripetono troppo spesso le stesse frasi, le stesse domande, le stesse risposte.

Così oggi ho pensato di accedere alla SOFFITTA DELLA MEMORIA, dove ho trovato episodi di un'epoca trascorsa anche con lei.

Il mio racconto la stimola a ricordare, le mie domande si fanno incalzanti. Ci stiamo divertendo diversificando così la telefonata fatta anche un po' per dovere e solitudine di entrambe. E, dalla sua soffitta della memoria escono parole in dialetto milanese, storie di antiche abitazioni, nomi di strade di quartiere, di personaggi che hanno affollato sua vita e che ritornano.

Questo, il lato positivo della clausura, la ricerca degli espedienti all ricerca del piacere insieme oltre la tv e i social.

Dalla soffitta dei ricordi,

un grande abbraccio da Angela

Mare

Una mia cara amica dice sempre "Si sopravvive a tutto, purtroppo e menomale".

Sembra una frase da vecchi saggi ma lei è meno "vecchia" di quanto si senta e più saggia di quanto pensi.

Infatti è vero: si sopravvive a tutto! Al dolore, alle incertezze, alla paura…a volte non è una fortuna ma tutte le altre volte lo è, sopratutto perchè rappresenta la nostra unica certezza: sopravviveremo anche a questo.

Vivere in un'isola ci fa sentire in gabbia da giovani, quando tutto ci va stretto, da adulti ci fa sentire in bilico, perchè per mille ragioni ci dividiamo tra l'isola e il continente con attese e viaggi che hanno sempre qualcosa di poetico, più tardi…ci fa sentire protetti, parte di un microcosmo che si chiude protetto dal mare che ci divide dal resto del mondo.

Il mare…tutto intorno a noi, come una stretta al collo, un canale da attraversare e poi un abbraccio. Ma alla fine, di fronte al mare la felicità è un'idea semplice.

Primavera

Giorni grigi, densi, la lacrima equinozio-di-primavera-3che affiora per l'ennesimo bollettino, la risata isterica per un whatsapp irriverente che stempera la tensione, il correre da una stanza all'altra per qualcosa che non ricordi già piu, la sera di piombo.  

Ma al mattino se sposti la tenda, il mandorlo è fiorito e tu sorridi stupita… com'è incredibile questa vita.  

Nonostante tutto avanza, imperturbabile, silenziosa, la primavera

Rosalia

La mia musica

la mia musicaCiao a tutti, 
     Sto seguendo un corso di crescita personale di meditazione di Deepak Chopra e oggi mi viene chiesto di scrivere i primi tre o più doni che riceverò nella giornata. 
Ed ecco che suona il telefono, la telefonata mattutina della mamma novantenne che mi chiede come sto.
La seconda telefonata è di Giorgia, mia figlia che mi chiede se ho bisogno qualcosa.
La terza di mio figlio Luca, che alla fine della telefonata mi manda la foto nuova di Adriano, il mio nipotino.
In questi momenti di silenzio e solitudine, alle volte anche molto apprezzati, mi rendo conto che ho tante voci, e sono il regalo prezioso della mia giornata, così telefono anch'io, per donare il mio "come stai?" a chi non posso incontrare.
Ecco la mia musica, mi fa piacere condividerla con voi.
Grazie dell'ascolto.

Angela

Andrà tutto bene…

Andrà tutto bene...Andrà tutto bene. . . 
Lo scriviamo sulle lenzuola, sui fogli di carta colorata, ce lo ripetiamo di continuo tra amici e parenti, lo recitiamo mentalmente come un mantra sperando che si avveri.
Andrà tutto bene. . . 
Nonostante i contagiati aumentino e la paura ci attanagli.
Andrà tutto bene. . . 
Ne sono certa, forse avevamo bisogno di rallentare, di cercare un senso nella  nostra esistenza, di rimanere in silenzio per riuscire ad ascoltarci.
Andrà tutto bene. . . 
E quando tutto questo sarà solo un ricordo, torneremo ad abbracciare, ad amare in un modo diverso, con una maggiore consapevolezza di ciò che siamo e di ciò che vogliamo.
Andrà tutto bene. . . 
E il mondo sarà sicuramente migliore.
                               

E.

La potenza perturbante dell’infinitamente piccolo

universoSiamo stati, giustamente e in ritardissimo, preoccupati per grandi eventi climatici che potranno essere destabilizzanti.

Poi siamo stati precipitati in un vortice surreale provocato da un microscopico, invisibile virus.

Abbiamo tutti letto o scritto o meditato sullo sgomento dell'uomo dinnanzi all'infinitamente grande. Ma quanto può essere potente e perturbante l'infinitamente piccolo!

E comunque è una titanica ma imprescindibile lotta arrabattarsi in questo Universo

Anno bisesto, anno funesto

fileTrova le differenze…tra ironia e realtà!!

•2016 anno bisestile 
Mi scoprono un cancro
•2020 anno bisestile 
Scoppia una grande epidemia di coronavirus

•2016
Mi operano e da quel giorno niente è più uguale
•2020 
Se tutto va bene torneremo alla normalità e tra poco  inizieremo ad andare al mare

•2016 
Inizio la chemioterapia prima a cicli di 21 gg poi per 3 mesi tutte le settimane tot. 6 mesi circa
Ogni ciclo mi debilita ma reagisco e spesso devo stare in casa perché immunodepressa quindi a rischio di ammalarmi…
•2020
Sono sana (per ora!)e non ho sintomi sono fortunata ma devo stare a casa…se ho dei sintomi anche solo da raffreddamento devo stare a casa perché ho il dovere di tutelare la salute delle persone più deboli.ANCHE VOI!

•2016
Che sfortuna! Anche un trombo nella giugulare!!!
•2020 
Che sfortuna! Non si "tromba"!! Bisogna stare almeno ad un metro di distanza!! Scherzo…è per sdrammatizzare!!!

•2016 
Inizio la radioterapia 28 giorni,mi alzo tutte le mattine alle 5 per andare a Livorno 2 ore di viaggio per sottopormi a 3 minuti di radio che mi salveranno la vita.
•2020
Posso svegliarmi tardi,non devo andare al lavoro e non devo portare a scuola la mia bimba…evvai!!! (Non per la scuola,quella ci manca)

•2016
Non posso lavorare,niente stagione quindi inverno magro…ma sono in via di guarigione quindi vabbè il sacrificio ne vale la pena. 
•2020
Forse non lavorerò se la situazione non migliora,o forse lavorerò poco,l'inverno sarà magro ma co sono già passata…si può fare!!!

•2016
La mia bimba ha 4 anni e anche se  sono a casa con lei oltre alla preoccupazione c'è la stanchezza dai chemioterapici che mi impediscono di godermela.
•2020 
La mia bambina ha 8 anni e questo stare in casa forzato è bello e riscopriamo il piacere di stare vicine.FATELO ANCHE VOI!

•2016
Ho perso tutti i capelli,in compenso, grazie ai punturoni e alle massicce dosi di cortisone ,ho preso tanti chili,non mi piaccio ma sono sulla strada per la guarigione e lato positivo negli ospedali ho conosciuto tanta gente;pazienti e parenti.
• 2020 
Il mio cancro per ora non c'è più,e da casa con la tecnologia mi tengo in contatto con i miei amici e parenti,e STO A CASA perché voglio bene a loro e devo avere rispetto per tutte le altre persone.

•2016
Mi sono affidata ai miei medici e tutto è andato bene (anche la fortuna conta però!)
•2020 
Seguo le direttive dei medici e dovreste farlo anche voi…il cancro non si può scegliere e non è contagioso,il corona virus è contagioso e possiamo scegliere l''evoluzione con il nostro comportamento.

STATE A CASA!!

Katia