Il nostro San Valentino

Buon San ValentinoTre anni fa, nel giorno di San Valentino, una cena tra persone comuni vedeva nascere qualcosa di straordinario…DIVERSAMENTE SANI ONLUS!

In tre anni ne abbiamo fatta di strada e non sono mancate le salite ma quello che resta, quando ci alziamo dopo aver sbattuto contro uno dei tanti muri che abbiamo incontrato, quando ripartiamo dopo aver raggiunto un traguardo, è l’Amore.

Questo amore intangibile, difficile da descrivere, che salta di volto in volto attraverso i nostri sorrisi, il nostro impegno e la gioia di chi nella sua lotta contro il cancro ha trovato noi a ricordargli che non è solo.

Perciò oggi ci fermiamo a contemplare quello che abbiamo costruito.

Buon San Valentino a Noi che ogni giorno, in modo comune, facciamo qualcosa di straordinario.

Ciao Arianna

Arianna CipollinaIn tutto questo c'è qualcosa di innaturale
genitori non dovrebbero veder dipartire i figli, i figli non dovrebbero rinunciare ai genitori così presto…
Voglio credere che in tutto questo ci sia un disegno molto grande che non possiamo comprendere ma in questo momento i sentimenti che provo sono rabbia paura…non vorrei più provarli ma so anche che questo si ripeterà perché in questo mondo nn c'è più niente di reale, se non la consapevolezza che dobbiamo lottare per Arianna e per tutti coloro che ci hanno lasciato: se lo meritano, dobbiamo rendere onore a loro!
Katia

Ciao Maria

Maria LiaCiao Maria…mi ricordo quando al principio mi fermasti al mercato per dirmi che anche te iniziavi il tuo presunto percorso.
Ricordo quando mi dicesti che la serenità e il sorriso è sapere che avevo due creature da crescere e non mi abbattevo e con tenacia mi facevo spazio nella malattia aiutò anche te a combattere. Ti ricorderò come una donna mite, apparentemente silenziosa, gentile nei modi e a tratti malinconica…ma donna combattente fino alla fine🌹…..con affetto a Maria da Cri🌹

Photo by @paoloclich

Un’eredità indimenticanile

MAriaCara Maria,
ricordo bene il primo giorno in cui sei venuta al laboratorio. Eri fiera per essere riuscita a vincere la resistenza a lasciare il tuo nido, il porto sicuro della tua casa, che era anche un po' una prigione, dicesti.

Sei venuta altre volte per condividere con noi le piccole gioie con cui coloravi i giorni non facili della malattia.

Ci lasci un'eredità indimenticabile: la forza del tuo sorriso che la morte non potrà mai spegnere.

Riposa in pace, Maria🙏❤
 

Maura 

Il Cancro oltre le cure ufficiali

metodo-di-bella-come-funzionaCiao, ho fatto quadrantectomia nel marzo scorso a Livorno. Io non ho avuto svuotamento ascellare ma solo asportazione linfonido sentinella risultato poi per fortuna negativo. 

La mia storia è particolare in quanto ho rifiutato il protocollo(chemio, trastuzumab e radio) in seguito istologico Her2+3 accettato solo ormonale in quanto faccio la cura Di Bella che lo prevede anch'essa.

Sono stata operata l'8 marzo 2019 e al momento tutti gli esami tac e ecografie sono perfette questo mi ripaga dei mille sacrifici per i costi di questa cura purtroppo non riconosciuta e boicottata dalla medicina ufficiale.

Sono seguita dal Dottor Di Bella a Bologna ma in Italia ci sono diversi medici prescrittori. Credo che ci voglia coraggio in entrambi i casi anche perché la via ufficiale non mi sembra tutto questo successo, oltre ai gravissimi effetti collaterali.

Io da subito ho detto che non l'avrei fatta, nella cura Di Bella c'è comunque un piccolo chemioterapico giornaliero in pasticca ma tutta la cura biologica va in sinergia e non ti fa sentire assolutamente malata.

Unico neo, se cosi si può dire, un po' di diradamento dei capelli dovuto anche però ai vari inibitori ormonali oltre a quello dei 5 anni.

Detto questo comunque la vita cambia in ogni caso purtroppo, i costi poi sono un'altra storia, penso che il sistema sanitario dovrebbe appoggiare e dare possibilita a tutti diritto di cura.

Marinella 

 

A Valentina

Cara Valentina

     a volte la parola “grazie” può apparire riduttiva e con te lo è veramente.

Pensiamo alla SLA come ad una condanna peggiore del cancro perché il cancro lo puoi combattere, curare, cronicizzare, mentre la SLA è qualcosa di così grande da non poter neanche immaginare una vita con questa malattia.

Una malattia che ti rende prigioniero del tuo corpo e che nell’immaginario comune ti chiude tra quattro pareti che ogni giorno sembrano avvicinarsi sempre di più tra loro, schiacciandoti.

Poi arrivi tu…con tuo marito e il tuo bambino e riscrivete una storia di VITA con la SLA.

Ritrovate il coraggio di aprirvi a nuove amicizie, forse a vere amicizie.

Cara Valentina, forse non sappiamo dirti cosa significhi vederti vivere con gioia e altruismo, che rivoluzione rappresenti il tuo volto sorridente nonostante la stanchezza, i tuoi occhi brillanti tra le persone che anche ieri si sono aggregate grazie al tuo esempio e hanno fatto qualcosa per gli altri, contribuendo a rendere la nostra vita migliore, anche solo per una sera o forse per un futuro che dobbiamo ancora scrivere.

Crediamo che avere la SLA significhi morire senza perdere per un attimo la lucidità ma moriamo veramente quando non abbiamo sogni, desideri, quando sprofondiamo nel nostro dolore e non quando combattiamo l’ignoranza di chi prova pietà per noi o la paura di chi non riesce a guardarci e vedere una persona nella sua interezza.

Combattiamo tutti: la malattia, la paura della morte, l’ignoranza…ma tu combatti l’oscurità, indossando un mantello travestito da coperta e un sorriso come scudo.

Grazie Valentina per essere una donna rivoluzionaria e per averci reso parte della tua rivoluzione.

Con affetto,

Diversamente Sani ONLUS.

Cammina per Vale

Diversamente Modelle

Diversamente Modelle“Belli,belli,belli e bravissimi. . . È stato un successo ,ma quello che mi riempie il cuore sono le nostre risate di gioia.
Qualcuno sostiene che" la risata sarà la nuova rivoluzione silenziosa". . . 
Ne sono sicura e noi ne siamo l'esempio. . . Grazie a tutti voi è stata una serata indimenticabile . . . INSIEME SI VINCE ❤❤❤❤❤❤” 

Edy